Virginia Stagni

Business Development Manager e FT Talent Director per il Financial Times, è la prima italiana ad aver vinto il premio Europe Grand Prize Winner.

Classe 1993, laurea in Bocconi e master in Media & Communications alla London School of Economics, Virginia Stagni è la più giovane manager in oltre 130 anni di storia del Financial Times e il suo ruolo è centrale nella strategia di crescita del giornale anglosassone.

Figura chiave nel mantenere il Financial Times uno dei mediagroup più innovativi sul mercato, il suo obiettivo è cercare nuove idee di business e opportunità di crescita che riflettono la sostenibilità del modello di business FT, con particolare attenzione ai futuri lettori, specialmente donne e under 30, e all’acquisizione di giovani talenti per l’azienda.

Fondatrice e direttrice di FT Talent Challenge, hub innovativa che attrae centinaia di giovani studenti e professionisti da tutto il mondo e dai background più diversi, è anche advisor per la società  di consulenza FT Strategies, da lei co-creata con il dipartimento data. E c’è dell’altro: è CEO e founder della startup wellness Good Saints e siede nel consiglio di amministrazione di INMA Europe.

È entrata nel 2021 nella lista Forbes Italia Under 30 e nel 2020 ha ricevuto il premio “International Media and News Association (Inma) 30 under 30” per la categoria Business Intelligence: è una dei trenta migliori innovatori al di sotto dei trent’anni nel campo dell’informazione digitale.

Inoltre, tra i riconoscimenti che le sono stati attribuiti il premio Italia Giovane 2020 come eccellenza italiana nel mondo.

Dreamers who do: intrapreneurship and the future of the news (Bocconi University Press, 2021), è il suo primo libro.