Gabriela Jacomella

Nata nel 1977 a Chiavenna (Sondrio), dove ha vissuto – e studiato – fino ai 19 anni. Diplomata in Lettere e Filosofia alla Scuola Normale di Pisa, con una tesi sul cinema delle cooperative comuniste nella Germania di Weimar. Arriva al Corriere della Sera con uno stage post laurea, e resta in via Solferino per nove anni, come redattore agli Interni (e corrispondente “estivo” da Berlino).

Ha  studiato Diritto internazionale dei diritti umani, a Oxford, e una fellowship al Reuters Institute for the Study of Journalism, nello stesso ateneo britannico, con una ricerca su media e migrazioni. Nel 2011 lascia il Corriere, e dopo qualche mese negli Stati Uniti, si trasferisce in Sud Sudan per occuparmi di formazione dei giornalisti locali. A fine 2013, con lo scoppio del conflitto nel Paese, rientra in Italia. Nel 2016 fonda Factcheckers, la prima associazione a livello internazionale ad occuparsi esclusivamente di educational fact-checking. Dall’ottobre 2017 al luglio 2018 è Policy Leaders Fellow presso la School of Transnational Government dell’Istituto Universitario Europeo, con un progetto di ricerca su fake news e policies internazionali.

A inizio 2019 entra nel team del Centre for Media Pluralism and Media Freedom, sempre all’Istituto Europeo. I suoisettori sono la comunicazione, il digital storytelling, il graphic journalism e le scritture in genere. Ho scritto saggi e pubblicato con varie case editrici, italiane e straniere. Contribuisco regolarmente a Donna Moderna e più sporadicamente ad altre testate.